Presentate le liste che appoggiano Matteo Montanari

16 Mag 2024

Una bella serata di festa per l’avvio della campagna elettorale a sostegno del rinnovo del Sindaco di Medicina Matteo Montanari. Martedì 14 sera, al Teatro del Suffragio in Piazza Garibaldi, il Sindaco Matteo Montanari ha presentato le liste a suo sostegno in vista delle prossime elezioni comunali dell’8-9 giugno.

Dopo l’apertura di Montanari, la serata ha riservato ampio spazio alle 4 liste e ai 64 candidati che si sono messi a disposizione e che sosterranno l’attuale Sindaco nella corsa verso il secondo mandato. La coalizione si conferma ampia e capace di aggregare tante forze politiche e civiche attorno a un progetto che fa della solidità, dell’innovazione e della partecipazione i suoi tratti distintivi.

La lista del Partito Democratico, guidata dalla Segretaria comunale Valentina Baricordi, si è messa a disposizione di una coalizione più larga che vuole rilanciare la buona amministrazione che Medicina ha saputo attuare in questi anni a favore dei cittadini. Il Partito Democratico lavorerà in particolare per la parità di genere, per supportare le persone e le famiglie più fragili, per sostenere le giovani coppie e per rendere Medicina una città sempre più a misura dei bambini e delle bambine che la abitano.

La lista Sinistra Unita unisce tutte le realtà della sinistra ambientalista che guardano a un progetto di governo che miri a cambiare in meglio la nostra comunità e il nostro territorio. Questa lista nasce dal lavoro del gruppo locale di Medicina Progetto Comune, insieme al Partito Socialista Italiano e all’Alleanza tra Verdi e Sinistra Italiana. In questa campagna elettorale Sinistra Unita seguirà in particolare le tematiche dell’ambiente, della sanità pubblica e della lotta alle disuguaglianze.

La lista Civica Medicinese, come fatto già negli ultimi due mandati del Consiglio comunale, prosegue il suo impegno su alcune delle tematiche più importanti per i medicinesi: volontariato, sport e centro storico. Un impegno che ha portato a tanti risultati in questi anni e che in questa campagna elettorale si arricchisce di una nuova forte sensibilità verso le aspirazioni dei cittadini più giovani. Sono infatti molti i candidati ventenni di questa lista che sosterranno in particolare un’attenzione più forte verso quei ragazzi e quelle ragazze che già in questi anni hanno visto segnali positivi grazie all’avvio di nuovi progetti come quello dell’HUB Stazione. Rendere i giovani medicinesi sempre più protagonisti della loro comunità è l’obiettivo del prossimo mandato.

La lista Matteo Montanari Sindaco conferma le priorità per cui ha lavorato già in questo mandato: il supporto al mondo agricolo medicinese, il rilancio delle frazioni, la tutela del territorio e l’inclusione delle nuove cittadinanze. La lista civica legata al Sindaco Montanari punta quindi a una Medicina sempre più inclusiva, sostenibile e partecipata.

Matteo Montanari: «In questo mandato abbiamo affrontato sfide importanti, a cui abbiamo risposto sempre con grande compattezza, sapendo di poter contare sulla collaborazione dei cittadini medicinesi. Ma le difficoltà di questi anni non hanno fermato la crescita di Medicina e ne siamo molto orgogliosi. Abbiamo continuato a guardare avanti e dimostrato capacità di rispondere alle sfide con determinazione e competenza. In questo mandato abbiamo avviato opere pubbliche per oltre 21 milioni di euro; qualcosa che a Medicina non si era mai visto in passato. Di questi, solo 1/3 sono risorse comunali, mentre gli altri fondi li abbiamo ottenuti vincendo i bandi con progetti di qualità. Abbiamo dato la priorità all’edilizia scolastica, all’efficientamento energetico, ai luoghi dello sport e della cultura frequentati dai nostri ragazzi. Nel prossimo mandato vogliamo continuare a spingere sugli investimenti, sulla rigenerazione, sull’inclusione, sulla tenuta sociale e sulla partecipazione. Ma porremo una nuova attenzione anche sulle frazioni, sui giovani e sull’ambiente. Ho lavorato ogni giorno per essere il “sindaco di tutti”. Per cogliere le opportunità e rendere più forte il nostro territorio. Ma questo non ci basta. Nei prossimi 5 anni vogliamo alzare ancora l’asticella e continuare a immaginare un futuro migliore per Medicina».