Il programma

I punti salienti

Il programma completo

AMBIENTE, ENERGIA E AGRICOLTURA

Il territorio di Medicina è da sempre strettamente legato alle tematiche ambientali e agricole.

L’Amministrazione comunale ha il ruolo di promuovere e valorizzare tali caratteristiche, facendo scelte che guardino al bene comune e alle future generazioni.

Intendiamo:

 

  • Prevedere una pianificazione urbanistica territoriale a consumo di suolo zero;
  • Aumentare la percentuale di raccolta differenziata aggiungendo la raccolta dell’umido;
  • Completare la mappatura dell’amianto ancora presente sul territorio medicinese e anche tramite progetti pubblico-privato, sviluppare un programma territoriale di smaltimento nei prossimi anni per arrivare ad essere un “Comune amianto free”;
  • Supportare le aziende agricole del territorio nella sfida che riguarderà la riconversione dei biodigestori al termine degli incentivi;
  • Realizzazione sul territorio di Medicina la prima ciclabile solare in Emilia-Romagna;
  • Continuare ad investire nell’ammodernamento dell’illuminazione pubblica a led e a risparmio energetico;
  • Continuare ad investire ulteriormente sull’efficientamento energetico negli edifici pubblici;
  • Entro fine 2019 proseguire con l’installazione di 12 nuove colonnine di ricarica per auto elettriche nei luoghi principali del capoluogo e delle frazioni;
  • Potenziare l’attività dei controlli ambientali da parte della Polizia Municipale e delle realtà convenzionate con l’Amministrazione comunale;
  • Potenziare i controlli sulla manutenzione dei fossi, sulla rete scolante e promuovere la progettazione di nuove vasche di laminazione per evitare l’insorgere di gravi criticità idrauliche dovute anche a nuovi fenomeni atmosferici legati al cambiamento climatico;
  • Proseguire la convenzione con Protezione civile e Bonifica per il controllo degli argini dei canali;
  • Valorizzare i parchi didattici esistenti sul territorio, così come i parchi pubblici e le aree verdi. Promuovere a livello metropolitano le aree umide tipiche della nostra pianura;
  • Continuare a promuovere l’educazione ambientale nelle scuole puntando su progetti possibilmente più aderenti al contesto locale medicinese. Diffondere anche negli adulti la consapevolezza del valore anche economico dei rifiuti;
  • Disincentivare l’utilizzo della plastica monouso nelle scuole, nei pubblici uffici e nelle feste pubbliche;
  • Promuovere nuovi patti di collaborazione rivolti alla tutelare ambientale (pulizia dei parchi …);
  • Valorizzare e promuovere l’utilizzo della stazione ecologica di Medicina da parte dei cittadini;
  • Promuovere nuovi studi, nuove azioni e nuove campagne informative contro le zanzare, visto anche l’insorgere nel nostro territorio di malattie tropicali di cui le zanzare sono veicolo;
  • Promuovere e sostenere l’attività della Comunità Solare Locale;
  • Promuovere iniziative di carattere divulgativo sulla tutela e sul benessere animale;
  • Promuovere con educatori cinofili percorsi d’integrazione in Città per fornire ai proprietari maggiori strumenti di gestione del proprio cane nel quotidiano;
  • Valutare con la Consulta ambiente la possibilità di aprire un’area verde pubblica anche ai cani con il supporto delle associazioni convenzionate con l’Amministrazione che si occupano di benessere ed educazione animale;
  • Sensibilizzare e incentivare le adozioni d’animali da compagnia presso il gattile comunale di Medicina e il canile intercomunale di Budrio;
  • Valutare con la Consulta ambiente l’istituzione di norme più restrittive di divieto di fumo nei parchi giochi pubblici;
  • Creazione di un fondo comunale per l’ambientale finalizzato prioritariamente a supportare i cittadini nella realizzazione d’interventi di miglioramento fognario;
  • Sensibilizzare i cittadini all’uso responsabile dell’acqua contro lo spreco idrico;
  • Creazione di un osservatorio agricolo territoriale permanente legato alle problematiche e alle possibilità di sviluppo rurale, al fine di supportare le aziende, fare rete tra le differenti realtà agricole e promuovere un’agricoltura innovativa, sostenibile e capace di creare nuovo e diverso lavoro;
  • Con il supporto degli altri Enti e di ConAmi realizzare uno studio per valutare la realizzazione a Medicina di impianti destinati al ciclo e al recupero dei rifiuti, con particolare attenzione alla possibile riconversione dei biodigestori.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO E CENTRO STORICO

Il lavoro, il commercio e i nostri centri storici in questi anni stanno vivendo un rapido e complesso cambiamento. Sono argomenti spesso intrecciati tra loro, che incidono sull’attrattività e sulla vivibilità delle nostre Città. Bisogna conoscere a fondo il nostro contesto territoriale per proporre e attuare soluzioni nuove.

 

  • È necessaria una stretta collaborazione con la nuova Associazione dei commercianti di Medicina per promuovere eventi e iniziative legate in particolare al centro storico.
  • Si intende rendere più attrattiva la zona produttiva sovracomunale di Fossatone: potenziando il trasporto pubblico a servizio dell’area; ottenendo il completamento della Trasversale di Pianura e il collegamento con la zona produttiva; investendo nel miglioramento e nella qualità dell’insediamento produttivo; completando il collegamento internet in banda ultra larga a servizio delle aziende; completando gli importanti interventi fognari e di depurazione avviati in questi anni; migliorando il collegamento delle aziende con la realtà sociale, scolastica e formativa medicinese; promuovendo una tassazione agevolata per le nuove imprese insediate nel comparto di Fossatone; puntando a snellire la burocrazia e garantire tempi più veloci per le pratiche del comparto produttivo;
  • Puntare sul nuovo HUB STAZIONE, al primo piano della ex stazione, come punto d’incontro tra imprese e scuola, per promuovere anche a livello locale una cultura dell’innovazione;
  • Valorizzare le ricchezze architettoniche del centro, quale volano anche per il commercio e valorizzare a livello sovraregionale il mercatino dell’antiquariato come occasione economica, turistica e culturale;
  • Investire sempre di più sulla pulizia, sul decoro, gli arredi e la vivibilità del centro storico e dei suoi portici;
  • Rendere permanente il bando comunale finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche in centro storico e alla manutenzione dei portici;
  • Incentivare il piccolo commercio di prossimità presente nelle frazioni e in centro storico, istituendo zone commerciali speciali, con possibilità di maggiori deroghe ai regolamenti comunali e tassazione agevolata, oltre all’accesso a periodici bandi di contributi finalizzati al miglioramento dei locali e all’avvio di nuove attività;
  • Puntare sul ritorno dell’artigianato e della piccola manifattura in centro storico, anche 2.0, finanziando corsi ai ragazzi medicinesi che vogliono diventare artigiani con l’impegno ad aprire in centro a Medicina;
  • Affrontare con le proprietà il problema degli affitti elevati, lavorando alla costruzione di un accordo per il centro storico e per le frazioni che preveda affitti calmierati e agevolazioni comunali;
  • Potenziare lo Sportello Imprese affinché possa garantire un migliore supporto alle aziende locali e lavorare sull’insediamento di nuove attività;
  • Fornire il supporto necessario ai Consorzi e ai produttori per la promozione dei prodotti locali e agricoli;
  • La riqualificazione della ex Chiesa del Carmine e della sua Sagrestia, per la quale abbiamo già ottenuto fondi per oltre 1 milione di euro, è un intervento importante per la valorizzazione e la promozione del centro storico e dell’intero territorio medicinese;
  • Riaprire un dibattito partecipato sulla riqualificazione di Piazza Garibaldi, puntando a darle una nuova centralità, ripensandone gli usi e i servizi, quale spazio d’incontro riconosciuto dalla cittadinanza;
  • Valutare una riorganizzazione della rete dei parcheggi in centro per agevolare un maggior ricambio delle auto parcheggiate e valutando l’introduzione di un numero limitato di tagliandi riservati ai residenti.

CULTURA, GIOVANI E VOLONTARIATO

La promozione della cultura a Medicina passa dal suo centro storico senza dimenticare le frazioni che si mantengono vive grazie alla generosità di tanti volontari attivi. Insieme ai giovani vanno affrontate e vinte alcune delle sfide più complesse dei prossimi anni; dobbiamo farli sentire parte propulsiva della nostra Comunità. Insieme vogliamo far sentire accolti anche i nuovi medicinesi.

Per questo ci proponiamo di:

 

  • Promuovere un nuovo progetto di comunicazione che informi meglio la cittadinanza degli spazi pubblici e privati in cui è possibile fare cultura e sviluppare nuove idee a Medicina.
  • Valutare la sottoscrizione di una convenzione con il centro ricreativo Cà Nova per permetterne l’utilizzo agevolato in occasione degli spettacoli con molto pubblico;
  • Agevolare e supportare l’attività della Banda e delle Scuole di musica, affrontando l’esigenza di spazi per lezioni e prove d’insieme;
  • Rilanciare la Sala prove di Villa Pasi, rendendola un punto di riferimento per i giovani gruppi medicinesi;
  • Migliorare l’accessibilità dell’archivio storico e continuare la valorizzare intrapresa del materiale custodito;
  • Promuovere la conoscenza della storia e dei monumenti locali, anche tramite la realizzazione di percorsi, pensati sia per le scuole, che in una visione di Destinazione turistica metropolitana;
  • Continuare a sperimentare l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali per promuovere contenuti storico-culturali (sono già stati avviati i progetti del Virtual tour del Palazzo comunale e al Museo civico la visita tramite realtà immersiva della bottega del liutaio Poggi);
  • Ripensare e riqualificare l’intero Palazzo della Comunità di via Pillio per valorizzare maggiormente Pinacoteca, Museo civico e Biblioteca, creando nuovi spazi e dedicando nuove risorse a laboratori e visite guidate;
  • Ampliare l’orario d’apertura della biblioteca, potenziando il servizio della Sala studio in particolare per gli studenti universitari;
  • Valorizzare gli interrati del Palazzo comunale, anche come prosecuzione del Museo civico;
  • Abbiamo ottenuto oltre 1 milione di euro di finanziamenti per la riqualificazione della ex Chiesa del Carmine e della sua Sagrestia. I primi lavori stanno partendo. Nei prossimi anni, coinvolgendo la cittadinanza, procederemo alla progettazione partecipata per arrivare alla completa riqualificazione dello stabile e all’identificazione di quelle attività pubbliche da promuovere al suo interno; sia a fini culturali (eventi, mostre e concerti), che di promozione del centro storico e dell’intero territorio medicinese.
  • Valorizzare le attività che vengono svolte alla Sala del Suffragio e al Magazzino verde (rassegne teatrali, cinematografiche) e il laboratorio teatrale che a Medicina da tanti anni viene svolto in collaborazione con le scuole;
  • Promuovere ulteriormente l’uso della Sala del Suffragio per proiezioni di film, proseguire il progetto “Cinema in tour” per le proiezioni estive in giro per tutto il territorio. Promuovere progetti dedicati ai giovani interessati al mondo del cinema e dei documentari.
  • Definire insieme alla scuola, ai genitori e ai ragazzi la Carta dei servizi culturali di Medicina dedicati ai più giovani, sin dalla prima infanzia;
  • Promuovere la realizzazione di una nuova casa comune delle associazioni medicinesi, uno spazio condiviso dove possano collaborare e organizzare la propria attività;
  • Supportare le associazioni delle frazioni che promuovono attività culturali e aggregative;
  • Informare e supportare le associazioni sugli aggiornamenti normativi, specie relativamente alle norme su sicurezza e primo soccorso, anche promuovendo corsi agevolati;
  • Potenziare il ruolo della Consulta Giovani e creare il Consiglio comunale dei ragazzi per avvicinare i ragazzi alla cura del bene comune;
  • Con la cittadinanza ripensare il ruolo delle Consulte tematiche e territoriali per rivitalizzarne l’attività e la funzione;
  • Creare con le scuole e le imprese del territorio percorsi che possano supportare i ragazzi nel loro percorso d’orientamento di studio e lavorativo, anche tramite lo spazio dell’HUB STAZIONE.
  • Si ritiene utile sostenere e ampliare anche alle frazioni progetti dedicati ai più giovani come quelli promossi da La Strada, dal Medicivitas, da Radioimmaginaria e dal Centro giovanile di Villa Pasi;
  • Promuovere un progetto di accoglienza per i nuovi nati e i nuovi cittadini di Medicina con incontri e comunicazioni di benvenuto ad hoc per esporre opportunità e servizi del territorio;
  • Medicina sta crescendo e s’intende promuovere la Festa dei vicini per creare una nuova occasione d’incontro e conoscenza con i nuovi cittadini.

LAVORI PUBBLICI

Vogliamo continuare a investire perché le nostre scuole, i nostri impianti sportivi e i nostri spazi pubblici siano sempre più sicuri, belli e vivibili. Le tante opere pubbliche realizzate e le altre già in cantiere, non sono mai scollegate dalle persone in carne ed ossa che utilizzano e vivono questi spazi. Questo è il nostro modo concreto di trasformare quotidianamente Medicina:

 

  • Vogliamo valorizzare il Canale di Medicina perché torni ad essere un tratto distintivo della nostra Città. Abbiamo già ottenuto 1 milione di euro dalla Regione per il progetto di riqualificazione ambientale e degli spazi pubblici lungo il Canale. I lavori inizieranno tra fine 2019 e inizio 2020 e vogliamo che siano i primi di un progetto complessivo più ampio incentrato sulla qualità ambientale e paesaggistica;
  • Entro l’estate 2019 inizieranno i lavori per la realizzare della nuova Palestra delle Scuole Medie. Un intervento da 1 milione e 600 mila euro per il quale abbiamo ottenuto da Stato e Regione ben il 50% dei fondi. Questa nuova struttura sportiva sarà innovativa, bella e sicura. Uno spazio accogliente dove i nostri ragazzi potranno fare sport insieme;
  • Nei prossimi anni continueremo a lavorare sulla sicurezza degli spazi pubblici a partire dalle scuole su cui in questi anni abbiamo investito quasi 2 milioni di euro;
  • Continueranno gli investimenti finalizzati al miglioramento sismico degli edifici comunali. Sono al via i primi interventi sul Palazzo della Comunità di via Pillio e su Cascina Cà Nova;
  • Nel prossimo mandato interverremo per riqualificare o addirittura per ricostruire l’ala rossa delle Scuole elementari Zanardi. A tal fine abbiamo già ottenuto 1 milione e 100 mila euro di finanziamenti statali, finalizzati al miglioramento delle strutture e alla riqualificazione energetica dell’ala più datata della scuola;
  • Grazie al finanziamento ottenuto nelle scorse settimane (oltre 1 milione di euro di fondi statali) nei prossimi mesi costruiremo insieme il progetto di recupero e riattivazione a uso pubblico della Chiesa del Carmine. I lavori che ci aspettano saranno complessi, ma fondamentali per valorizzare questo grande contenitore nel cuore di via Libertà;

MOBILITÀ E TRASPORTI

Abbiamo collaborato e ci riconosciamo nel piano della mobilità da poco approvato della Città Metropolitana di Bologna. L’obiettivo al 2030 è arrivare ad oltre il 50% degli spostamenti che siano sostenibili. A tal fine riteniamo necessario:

 

  • Proseguire con forza gli investimenti dedicati ai collegamenti ciclopedonali urbani nelle diverse aree del territorio (zone Fabbrica e Albergati, zona urbana di Crocetta, via Fava, via San Paolo, via Piave, via Villa Fontana, via Resistenza …);
  • Realizzazione della ciclovia Ganzanigo-Medicina-Villa Fontana (per la quale sono stati ottenuti 400 mila euro di finanziamenti regionali), promuovendo in ambito metropolitano la Ciclovia di Pianura fino a Fossatone e oltre;
  • Ottenere entro il 2019 il progetto di completamento della Trasversale di Pianura compresa l’ipotesi di collegamento con l’area produttiva sovracomunale di Fossatone e ottenerne la realizzazione nel prossimo programma delle opere regionali;
  • Garantire nei prossimi anni un impegno straordinario a favore della manutenzione e della sicurezza stradale;
  • A seguito dell’aggiornamento dello studio di fattibilità per il ripristino della ferrovia il Comune, in ambito metropolitano e regionale, si impegna a promuovere il progetto di un nuovo collegamento ferroviario tra Ravenna e il suo porto con Bologna e il terminal Interporto, finalizzato sia a collegare i due capoluoghi regionali, sia a dotare i territori comunali attraversati, tra cui Medicina, di una nuova infrastruttura che potrà offrire l’opportunità di un moderno sviluppo e una forte riduzione del traffico veicolare sugli attuali assi stradali S. Vitale e Autostrada con evidenti benefici ambientali.
  • Ottenere dalla Città Metropolitana entro settembre 2019 lo studio per la realizzazione di una serie di opere stradali e semaforiche, utili a velocizzare e regolarizzare il trasporto pubblico tra Medicina e Bologna anche negli orari di maggior traffico;
  • Insieme alla Regione, alla Città Metropolitana e al Comune di Castel San Pietro migliorare la navetta Medicina-Castel San Pietro stazione treni, anche al fine di fornire un servizio più idoneo alle zone artigianali e commerciali di Poggio e Fossatone;
  • Ottenere l’applicazione del biglietto unico metropolitano a livello provinciale per superare i doppi abbonamenti tra treno e corriera agevolando lo scambio ferro-gomma e rendendo più agevole anche  il collegamento Medicina-Imola;
  • Supportare le famiglie che abitano nelle frazioni più lontane affrontando insieme il problema dei trasporti pomeridiani legati alle attività sportive dei ragazzi;
  • Proseguire l’impegno da parte del Comune per l’erogazione del bonus per la riduzione degli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico;
  • Entro fine 2019 installazione di 12 nuove colonnine di ricarica per auto elettriche per agevolare la diffusione della mobilità sostenibile.

PIANO STRATEGICO, PIANIFICAZIONE, RIGENERAZIONE URBANA E DELLE FRAZIONI

La pianificazione del territorio che programmiamo oggi disegna la Città che vogliamo nel futuro. In questi anni l’abbiamo fatto non solo con le norme urbanistiche, ma soprattutto con la partecipazione dei cittadini, con l’approvazione e l’attuazione del Piano Strategico Locale di Medicina. Per noi è fondamentale limitare al massimo il consumo di nuovo suolo, puntando con decisione sulla rigenerazione urbana. In questo contesto si inseriscono anche i progetti e gli investimenti che riteniamo necessari per rilanciare le nostre frazioni. Queste le azioni che riteniamo prioritarie:

 

  • In questi ultimi 3 anni il Piano Strategico Locale che abbiamo costruito insieme ha fatto partire su Medicina progetti e interventi per oltre 6 milioni di euro, di cui solo il 50% finanziati con fondi comunali. Grazie al PSL oggi Medicina ha una visione di lungo periodo che la rende più forte e competitiva a livello metropolitano e regionale. Vogliamo continuare a lavorare così, guardando avanti, pronti a cogliere le sfide future;
  • Tutelare il profilo di Medicina da nuove costruzioni. Cogliere fin da lontano la torre civica, le chiese e i campanili di Medicina è un patrimonio collettivo che ha un valore storico e identitario che va custodito per le nuove generazioni;
  • Consumo di suolo zero: con la nuova legge urbanistica regionale e le scelte attuate negli ultimi anni a Medicina si è messo un freno al consumo del territorio;
  • Vogliamo puntare sulla rigenerazione urbana delle aree degradate o che hanno perso la funzione originaria, così come si sta già facendo con importanti investimenti pubblici nell’area dell’ex stazione e sul Canale di Medicina;
  • Per affrontare il problema delle tante case abbandonate nella nostra campagna, grazie alle logiche promosse dalla nuova legge urbanistica, si intende promuovere una più stretta connessione tra la concessione di nuova edificabilità e il recupero o la demolizione di quanto già costruito e non più utilizzato;
  • Serve riconsiderare alcuni vincoli urbanistici in ambito agricolo per agevolare l’attività delle imprese lì insediate;
  • Crediamo necessario porre grande attenzione alla programmazione territoriale affinché sia coerente con gli obiettivi di sviluppo e tutela locale e attenta ai cambiamenti che avvengono nel mondo produttivo e sociale;
  • Là dove coerente con gli obiettivi territoriali riteniamo utile agevolare i cambi di destinazioni e di funzioni;
  • Nelle frazioni intendiamo tutelare i servizi esistenti promuovendo una serie di progetti che mirino a dare nuovo slancio e occasioni di aggregazione:
  • A Ganzanigo vogliamo ripensare con la cittadinanza lo spazio delle ex scuole elementari. Il parco e l’immobile devono tornare punti di riferimento per le famiglie della frazione. Guardiamo con grande attenzione all’importante realtà locale dell’asilo parrocchiale;
  • A Portonovo con la cittadinanza, l’Azienda Generali e altre importanti realtà agricole locali, intendiamo condividere e sottoscrivere un documento d’intenti che delinei un impegno comune a favore della frazione e di chi la vive. Riteniamo necessario riqualificare e dare una nuova funzione ad alcuni edifici simbolo della frazione, in particolare quelli che insistono sulla piazza: il Cinema-Teatro, la vecchia Osteria, il Palazzo del bar …;
  • Villa Fontana è stata oggetto di un concorso di progettazione condiviso con la cittadinanza che nei prossimi anni porterà alla riqualificazione di Piazza Bersani e Piazza Partecipanza, oltre alla messa in sicurezza di via Ercole dalla Valle. Si vuole inoltre riqualificare e potenziare la zona verde e sportiva tra via Don Verlicchi e via Ilaria Alpi. Verso fine 2019 inizieranno i lavori per la realizzazione della ciclabile Medicina-Villa Fontana con la messa in sicurezza anche dell’ingresso al paese su via Villa Fontana. Sarà poi importante riaprire un confronto con la cittadinanza anche sull’area dell’ex casello ferroviario sempre in via Don Verlicchi e sarà realizzato un nuovo parcheggio in via Ronzani. Infine, riteniamo importante sostenere la realtà associativa del Centro culturale presso le ex scuole elementari che è ormai un punto di riferimento insostituibile per l’intera frazione;
  • A Fiorentina, oltre a sostenere il sempre attivo Centro sociale, nel centro abitato vogliamo realizzare un nuovo parcheggio con pensilina bus per permettere la salita e discesa dai mezzi in maggiore sicurezza;
  • A San Antonio, oltre a mantenere attive scuola materna e asilo nido, insieme alle realtà associative locali, riteniamo necessario promuovere nuovi progetti d’aggregazione giovanile per valorizzare alcuni edifici esistenti nella frazione;
  • Su Crocetta sono in progettazione nuovi percorsi ciclopedonali con l’obiettivo di collegare in sicurezza le varie zone residenziali con i punti aggregativi della frazione. S’intende investire anche sulle aree verdi e sulle aree gioco presenti;
  • A Fossatone serve continuare a lavorare sulla sicurezza ciclopedonale e sulla limitazione della velocità delle auto in transito. Presso le ex scuole la realizzazione del cohousing sociale al primo piano e del parco pubblico all’esterno ha reso ancora più importante uno spazio della frazione già centrale grazie all’attività del centro sociale Nuova Vita;
  • Nella frazione di Via Nuova è in via di definizione un progetto per la messa in sicurezza dell’incrocio tra via Nuova-Ercolana-Bottrigara. Saranno previsti nuovi percorsi pedonali e la realizzazione di pensiline a servizio del trasporto pubblico. Inoltre si prevede di migliorare l’area verde e la dotazione di giochi del parchetto.

POLITICHE SOCIALI e D’INCLUSIONE

Sono molte le forme di sostegno che l’Amministrazione ha garantito in questi anni. Tuttavia sappiamo che le esigenze sociali cambiano e c’è la costante necessità di costruire insieme nuove risposte ai nuovi bisogni della cittadinanza. Certo serve un supporto economico, ma serve ancora di più pensare a dinamiche sociali e di relazioni che facciano della nostra Comunità una realtà solidale e coesa. Per questi motivi proponiamo di:

 

  • Promuovere e sostenere il CO-HOUSING (abitazioni collaborative con spazi comuni) tra giovani, adulti, coppie e anziani. Il co-housing permette la condivisione di spazi e tempi, valorizza l’incontro tra generazioni e permette di condividere servizi, attività e sostegno reciproco con ricadute positive in termini di qualità della vita per chi vi abita e per tutta la comunità. Il co-housing può essere importante anche al fine di rigenerare area urbane degradate;
  • Promuovere momenti di aggregazione allo scopo di prevenire l’isolamento degli anziani e delle persone sole. Ad esempio estendendo il progetto Caffè solidale anche nelle frazioni, per dare periodicamente agli anziani occasioni di ritrovo e animazione e alle famiglie qualche ora di sollievo;
  • Valutare la costituzione di una Cooperativa di Comunità che supporti le persone più deboli e sole, specie nelle frazioni, in coordinamento con i servizi sociali;
  • Promuovere una narrazione reale e oggettiva del fenomeno migratorio e in generale dei fenomeni sociali in un’ottica d’inclusione, valorizzazione delle diverse culture, reciproci diritti e doveri;
  • Valorizzare e ampliare il progetto Orti Sociali dedicando alcuni orti alle associazioni che sostengono i ragazzi inoccupati o fragili, educandoli al lavoro e alla cura del territorio;
  • Riproporre il Bando di sostegno per le imprese che assumono ragazzi del territorio;
  • Ampliare le opportunità di borse-lavoro comunali finalizzate all’inserimento lavorativo;
  • Riproporre il Bando di sostegno alle famiglie in difficoltà;
  • Rifinanziare il Bando di sostegno affitti per prevenire il rischio di sfratti per morosità incolpevole;
  • Proseguire l’impegno e i progetti di prevenzione e contrasto alle ludopatie;
  • Promuovere un fondo comunale che aiuti le famiglie in difficoltà che assumono una badante con contratto regolare;
  • Promuovere l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’accessibilità per tutti, sia con interventi diretti del Comune negli spazi pubblici, sia agevolando e promuovendo bandi periodici a favore dei privati. Rendere permanente il bando comunale per la riduzione delle barriere architettoniche in centro storico;
  • Continuare a collaborare con le associazioni locali che promuovono progetti di autonomia e aggregazione rivolti a ragazzi con disabilità;
  • Promuovere nuovi percorsi dedicati all’inserimento lavorativo protetto;
  • Avviare il progetto “Dopo di noi” per la realizzazione di nuovi appartamenti dedicati a ragazzi con disabilità che aspirano a una vita più indipendente.

SANITÀ E SALUTE

Una sanità di qualità è un servizio fondamentale sul quale non possiamo arretrare. L’integrazione tra i servizi sanitari metropolitani e regionali garantiscono ai nostri cittadini una risposta d’eccellenza. Un’importante risposta di prossimità è invece garantita grazie al rafforzamento della Casa della Salute di Medicina e al coordinamento dei medici di base. Per questo riteniamo importante:

  • Realizzare il CUP metropolitano per agevolare prenotazioni e servizi tra Ausl di Imola e Bologna;
  • Continuare a potenziare le reti cliniche con Bologna e altri poli d’eccellenza;
  • Continuare ad assicurare la presenza dell’ambulanza 24 ore su 24 in servizio sul territorio di Medicina;
  • Realizzare il nuovo centro donazione sangue di Medicina in convenzione con Ausl di Imola, Ausl di Bologna, Avis e Advs locali. Per questo il Comune ha stanziato oltre 100 mila euro e i lavori sono in partenza;
  • Potenziare il servizio domiciliare e la Casa della Salute per la periodica assistenza post dimissioni, garantendo la continuità assistenziale;
  • Supportare i medici di base per migliorarne il coordinamento e l’attività e assicurarne sul territorio il numero adeguato in rapporto alla cittadinanza;
  • Garantire l’attività negli ambulatori periferici delle frazioni più lontane;
  • Rafforzare i servizi specialistici all’interno della Casa della Salute e la collaborazione tra specialisti e medici di famiglia;
  • Promuovere una forte campagna d’informazione sui servizi offerti dalla porta medicalizzata e dalla Casa della Salute;
  • Migliorare il servizio d’accoglienza all’ingresso della Casa della Salute per agevolare l’accesso ai servizi da parte degli utenti;
  • Supportare Asp e Auser per garantire a tutti i cittadini il trasporto, l’accesso alle visite e alle cure;
  • Supportare le realtà associative che collaborano con il pubblico nell’ambito socio-sanitario per permettere che la loro attività sia di ulteriore supporto alle esigenze dei cittadini medicinesi, ad esempio il presidio locale della Croce Rossa di Medicina;
  • Promuovere la diffusione dei defibrillatori in spazi pubblici;
  • Puntare sulla tracciabilità dei servizi sanitari per farli meglio conoscere ai cittadini e agevolarne l’accesso;

Promuovere campagne informative rivolte alla cittadinanza per promuovere i corretti stili di vita.

SCUOLA e FORMAZIONE

Facciamo nostro l’obiettivo che da sempre è proprio della Scuola; non lasciare solo nessuno attraverso l’educazione e la formazione. Il blocco totale delle tariffe, l’introduzione di nuove agevolazioni per sostenere le famiglie con figli, oltre a nuove opportunità per i ragazzi che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro, sono gli obiettivi su cui intendiamo investire nei prossimi anni.

  • Sostenere le famiglie con bambini: a) riducendo del 25% per tutti le rette del Nido; b) prevedendo un contributo famiglie per quei nuclei che non ricevono sussidi;
  • Proseguire la politica di blocco totale delle tariffe sui servizi scolastici;
  • Visti gli eccellenti risultati delle sperimentazioni già avviate, prevedere l’apertura del servizio Nido al sabato e nel mese di agosto;
  • Tutelare e supportare gli Asili nido e le Scuole materne presenti nelle frazioni, sia pubbliche che private, in quanto svolgono un ruolo educativo e di supporto fondamentale per le famiglie lì residenti;
  • Garantire agevolazioni a favore delle famiglie delle frazioni, in particolare per quanto riguarda il tema dei trasporti scolastici;
  • Promuovere la creazione di una Ludoteca, quale spazio ricreativo e di aggregazione rivolto alla famiglie con bambini da 0 a 6 anni, che consenta anche a chi non usufruisce dei servizi scolastici dell’infanzia di avere a disposizione uno spazio dedicato al gioco;
  • Sostenere i progetti educativi nelle scuole, in particolare quelli con focus tematici sulle Dipendenze, Sessualità e prevenzione, Diversità di genere e Bullismo.  All’interno dei percorsi già avviati di “educazione alla cittadinanza e alla legalità” prevedere l’intitolazione della succursale della scuola dell’infanzia Calza a “Felicia Impastato”.
  • Promuovere una scuola inclusiva e accessibile, confermando l’importante contributo comunale destinato al sostegno alla Disabilità;
  • In sinergia con gli Istituti Superiori e le imprese di Medicina, sviluppare un nuovo Spazio Innovativo presso i nuovi spazi ricavati dalla ristrutturazione della ex-stazione. Si intende dare nuove occasioni ai nostri ragazzi per il loro futuro scolastico e lavorativo;
  • Nel nuovo HUB STAZIONE al 1° piano dell’ex stazione promuovere specifici percorsi di formazione e supporto all’orientamento lavorativo per giovani e meno giovani. Promuovere periodiche occasioni d’incontro tra domanda e offerta lavorativa locale;
  • Promuovere mini-Erasmus con borse di studio, rivolte agli studenti dell’Istituto Comprensivo e delle Superiori, offrendo viaggi-studio all’estero nell’ottica di fare esperienza di cittadinanza globale;
  • Collaborare con l’Istituto Comprensivo per promuovere e sostenere l’educazione alla cittadinanza attraverso l’istituzione del Consiglio comunale dei Ragazzi;
  • Riprendere e sostenere l’iniziativa del Pedibus quale percorso di autonomia casa-scuola.

SICUREZZA

Spesso c’è una grande differenza tra sicurezza reale e sicurezza percepita, per questo è prima di tutto importante fare formazione e informazione. È altrettanto importante il coordinamento tra le tante realtà locali che a vario titolo si occupano della nostra sicurezza. Perché tutti si sentano più sicuri proponiamo di:

 

  • Impegnare il Comune ad attivare una copertura economica per tutti i cittadini over 65enni vittime di truffe, scippi, rapine e raggiri, che li indennizzi sui danni subiti, previa denuncia ai Carabinieri. Tale copertura potrà successivamente essere estesa anche ad altre categorie fragili, affinché aumenti anche la sicurezza percepita a livello locale e sia possibile meglio monitorare il numero e la tipologia dei reati commessi sul territorio;
  • Puntare sulla sicurezza partecipata a supporto dell’Amministrazione e delle Forze dell’Ordine, sostenendo i gruppi WhatsApp di vicinato anche con fondi ad hoc per le loro attività, promuovendone la formazione e l’attività informativa nei confronti dei cittadini;
  • Necessario promuovere e diffondere una maggiore cultura, formazione e informazioni per favorire un clima di sicurezza;
  • Realizzare specifica cartellonistica per ricordare alle persone di fare attenzione in certe zone più sensibili (vicino a scuole, parchi, centri commerciali …);
  • Promuovere periodicamente momenti di formazione e confronto tra tutte le realtà territoriali che si occupano di sicurezza a vario titolo sul territorio (cittadini, forze dell’ordine e gruppi di vicinato);
  • Necessario tutelare le Stazioni dei Carabinieri di Portonovo e Medicina, sia con un’azione verso le istituzioni competenti, sia ottenendo investimenti per migliorarne le sedi;
  • Favorire una maggiore presenza delle Forze dell’Ordine sul territorio;
  • Proseguire con nuove assunzioni nella Polizia Municipale per poter avere una maggiore presenza sul territorio;
  • Garantire l’aumento progressivo dei servizi notturni organizzati tra Carabinieri e PM;
  • Maggiore presidio dei parchi specie in estate, anche attraverso la sottoscrizione di convenzioni con Associazioni di tutela ambientale;
  • Supportare il distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari di Medicina, sia nella loro attività associativa svolta tra i cittadini, sia collaborando per il miglioramento della caserma che li ospita e delle attrezzature necessarie;
  • Proseguire la collaborazione con il Gruppo della Protezione Civile di Medicina per il monitoraggio preventivo e intervento in caso di calamità;
  • Tutelare il territorio chiedendo un maggiore impegno degli Enti competenti su pulizia dei fiumi e sicurezza idraulica;
  • Aggiungere nella newsletter del Comune periodiche informazioni sulla sicurezza;
  • Installare nuove telecamere di videosorveglianza e completare il sistema Targasystem per il controllo telematico dei varchi territoriali in connessione con tutte le Forze dell’Ordine;
  • Proseguire l’impegno dell’Amministrazione a favore dell’educazione e della sicurezza stradale;
  • Promuovere la difesa dell’educazione civica e della legalità;
  • Promuovere iniziative contro il racket dell’elemosina che troppo spesso sfrutta i più deboli per interessi di organizzazioni illegali;
  • Alzare nuovamente l’attenzione di tutta la Comunità nella lotta alla droga e allo spaccio;
  • Collaborare e supportare gli Enti e le associazioni che si occupano di violenza sulle donne e sui più deboli;
  • Promuovere periodiche campagne di ripulitura dei monumenti e degli spazi pubblici vandalizzati.

SPORT

Lo sport riveste un ruolo fondamentale per la crescita, l’educazione e l’integrazione dei nostri ragazzi, per questo riteniamo importante:

 

  • Realizzare il progetto del Parco dello Sport di via Battisti per porre l’attenzione sul benessere sportivo amatoriale attraverso spazi e progetti dedicati. Si intende quindi porre maggiore attenzione al coinvolgimento dei cittadini che fanno sport in maniera informale e autonoma dalle società sportive, pensando percorsi e attrezzi adatti a tutte le età;
  • Realizzare la nuova Palestra delle Scuole Medie, intervento da 1 milione e 600 mila euro che permetterà ai nostri ragazzi di frequentare una nuova struttura innovativa, bella e sicura;
  • Riqualificare la Cascina Cà Nova, in gestione alla Società calcio, per realizzare i nuovi spogliatoi e una sala a disposizione di tutte le società sportive medicinesi;
  • Incentivare una sempre maggiore collaborazione tra le società sportive medicinesi;
  • Supportare le società sportive che promuovono lo sport giovanile in un’ottica inclusiva;
  • Continuare a lavorare sulla sicurezza, compresi gli investimenti effettuati per l’acquisto dei defibrillatori in tutti gli impianti sportivi e per la formazione degli operatori;
  • In accordo con la Consulta dello Sport intendiamo spostare il campo da basket di via Oberdan dentro i vicini giardini pubblici per garantire maggiore fruibilità e sicurezza ai tanti ragazzi che quotidianamente ci giocano;
  • Puntare alla riqualificazione dell’intera area verde e sportiva di Villa Fontana, partendo dagli spogliatoi, dalla pista e dal campo da calcetto, per renderla più vivibile e fruibile per tutti;
  • Proseguire la collaborazione tra scuola e realtà sportive locali per progetti di avviamento allo sport;
  • Realizzare il progetto di riqualificazione della pista di pattinaggio di via Romilly sur Seine inserendo attrezzi per lo skate;
  • Valorizzare parchi e aree verdi con percorsi vita e salute da mantenere nel tempo;
  • Rendere nuovamente fruibile la pista di atletica del campo centrale.
Share This